il colore nella scuola primaria

Le immagini si riferiscono al progetto per il concorso nazionale “scuoleinnovative” conclusosi nel 2016. Partecipazione in team con l’architetto Alessandro Giordano per una scuola d’infanzia. Le tinte rimandano a quelle del paesaggio naturale, e alle tinte che è possibile associare alla luce del sole nei diversi orientamenti. Tinte desaturate di verde e turchese scelte per le pareti, simulano il paesaggio in lontananza, di cielo e natura, espandono lo spazio, allargano l’orizzonte; tinte calde a pavimento sono evocative del maggior peso e sostegno della terra, e generano percezione di sicurezza e contatto.

Nella scuola si desidera che i colori siano di supporto all’orientamento, inteso non solo come indicazione pratica di wayfinding, ma in senso più ampio di ritrovamento di un luogo dove stare è fonte di benessere. Se la scuola è il luogo dove si fa esperienza di conoscenza a tutti i livelli di età, nella scuola dell’infanzia è primario rassicurare i piccoli, in quel distacco dalla vita famigliare richiesto dalla prima esperienza comunitaria affinche si generi apertura e apprendimento. Il colore deve essere presente senza eccessi di saturazione.

Condividi: