Biennale 2018 | Isola di San Giorgio Maggiore

Sull’Isola di San Giorgio Maggiore : 10 cappelle progettate da altrettanti architetti provenienti da tutto il mondo. http://www.labiennale.org/it/architettura/2018/partecipazioni-nazionali/santa-sede

Il progetto, voluto dalla Santa Sede, deriva il suo modello dalla “cappella nel bosco” progettata nel 1920 dall’architetto Gunnar Asplund nel cimitero di Stoccolma. Nelle parole di Asplund la cappella era concepita come luogo di orientamento, incontro e meditazione. Vero che in tutte le cappelle sull’isola di San Giorgio appare il richiamo alla croce, simbolo della religione cristiana. Ma, nell’oasi del bosco sulla laguna, tutte le architetture ci riconducono al silenzio e alla meditazione nella natura, al pensiero umano circa il mistero e il trascendente, che riguarda tutte le religioni nella loro ragion d’essere.  Mi piace vedere in queste architetture anche la proposta di una possibile e nuova tipologia architettonica di “luogo per la spiritualità”, non necessariamente legato ad una confessione religiosa.

 

Share Post :

More Posts